Regolamento

CAMPIONATO 2010


La partecipazione ad ogni singola manifestazione del Club implica l'adesione incondizionata al presente Regolamento da parte dell'iscritto.

CAMPIONATO / ASSOCIAZIONE
Il campionato si disputa su prove d’abilità legalmente organizzate e su raduni in pista non cronometrati. L’associazione al Club, che dà diritto ad agevolazioni sconti e premi offerti dagli sponsor, è riservata a persone di provata integrità morale e, comunque, di gradimento del Presidente.

DIVISIONI / CATEGORIE
Premesso la cilindrata delle vetture sovralimentate sarà moltiplicata per il coefficiente 1,7 nelle benzina e divisa per 1,7 nelle diesel, sono istituite DUE DIVISIONI:
- auto «CORSA/SPECIALI» (anche stradali prive di targa) con cinque categorie = fino a 1.500, 1.900, oltre 1.900 2WD, integrali, prototipi;
- auto«STRADALI» (in regola con il C.d.S.) con quattro categorie = fino a 1.000 cc.(compresi diesel sino a 100 cv riportati a libretto), fino a 1600 (compresi diesel sino a 140 cv riportati a libretto), 2.500, oltre 2.500 ivi comprese integrali benzina.
Le vetture trasportate su carrello (escluse le storiche) si presumono profondamente elaborate e pertanto rientrano nelle « corsa/speciali ».
Alle « STRADALI integrali« è consentito: assetto regolabile, distanziali, sostituire eprom e scarico ma mantenendo collettore originale; ma le medesime, anche se in regola con il C.d.S., saranno considerate nella divisione « CORSA/SPECIALI» qualora caratterizzate anche da uno solo dei seguenti parametri: particolare rapporto peso/potenza (ad esempio Mitsubishi Evo e Subaru Sti), cammes e collettore speciali, cambio ravvicinato, big bang, maggiorazioni di dischi/pinze freno-intercooler-radiatori-turbine, sostituzione scatola originale del filtro, diversa posizione dei radiatori aria-olio-acqua. Le verifiche tecniche potranno essere eseguite da appositi incaricati ai quali dovrà essere consentito visionare auto e libretto originale.
False dichiarazioni, o la mancata segnalazione d'avvenute modifiche, comportano provvedimento disciplinare come più oltre specificato.
Il Presidente e/o il Giudice Unico della gara, valutati casi particolari d'elaborazione, il rapporto peso/potenza ed auto storiche , potranno a loro insindacabile giudizio attribuire a talune vetture diversa categoria per assimilarle a quelle con analoghe caratteristiche tecniche.

PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI
Comportamenti furbeschi e l’inosservanza dei regolamenti sono puniti dal Presidente, sentito il parere dei Consiglieri, con: a) retrocessione all'ultimo posto in classifica; b) squalifica con attribuzione di “sq”; c) esclusione dalla manifestazione; d) eliminazione dal campionato.

PUNTEGGIO
I punti sono proporzionali al numero dei partenti nelle prove libere.

Piazzamento 1 2 3 4 5 6 7 e oltre
Concorrenti 7 e oltre 10 7 5 4 3 2 1
" 6 9 6 4 3 2 1
" 5 8 5 3 2 1
" 4 7 4 2 1
" 3 6 3 2
" 2 4 2
" 1 3

I concorrenti iscritti a manifestazioni poi eventualmente annullate dall'Organizzatore, conseguono «nc» e punti 3 forfetari. Il pilota che durante l'anno cambierà categoria conserverà solamente i punti forfetari. Saranno utili, ai fini del punteggio finale, i migliori piazzamenti conseguiti sull'80% delle manifestazioni a calendario, potranno essere scartati gli nc ma non i relativi punti forfetari; non potranno essere scartati gli sq. A parità di punteggio prevale l'iscritto al maggior numero d'eventi (compresi nc, esclusi "sq"); in caso d'ulteriore parità si calcola il punteggio totale ottenuto nell'intero campionato dal rapporto concorrenti / piazzamento (esempio: 3° su 9 piloti = 9/3=3 punti, 3° su 7 piloti = 7/3=2,33 punti).

OBBLIGHI e DIVIETI
Vige l'obbligo di utilizzare casco, cinture di sicurezza e, per le sole auto « STRADALI »: assicurazione e gomme stradali di dimensioni omologate, che riportino i consueti sistemi di misura, sono vietate le « for use only competition », vietati gli alleggerimenti rimovendo parti fisse quali rivestimenti o sedili; è consentito sostituire i sedili anteriori con altri più contenutivi, cofano e portellone con vetroresina (le portelle anteriori devono invece restare in acciaio per norma di sicurezza).
Solo le vetture « CORSA/SPECIALI» sono esentate dai suddetti divieti, che, se trasgrediti, fanno rientrare nella citata divisione qualsiasi altra vettura.
Il concorrente dovrà sottostare alle decisioni del Direttore di Gara ed alle segnalazioni dei Commissari, dei quali accetterà i giudizi insindacabili.
E' d'obbligo la scrupolosa applicazione degli stickers degli sponsor, pena l'esclusione dalla classifica con attribuzione del solo "nc".
Eventuali trasgressioni dovranno essere segnalate al Presidente obbligatoriamente durante la giornata, prima delle premiazioni.

 

PREMI
Fatto salvo diverso Regolamento Particolare di Gara e nel rispetto del termine ultimo per l'iscrizione da parte dei piloti, sarà assegnata coppa ai primi tre classificati d'ogni categoria costituita da almeno sei concorrenti, oppure due coppe/quattro concorrenti, una coppa/due od al singolo concorrente di categoria. A fine campionato, in base ai punteggi utili, saranno assegnati ai soli soci premi costituiti da materiali offerti dagli sponsor oppure trofei, da ritirarsi dall'interessato, o da chi per esso, improrogabilmente il giorno delle premiazioni; il materiale non ritirato andrà al socio immediatamente seguente in classifica. Il montepremi sarà ripartito ai soci iscritti almeno nel 33% delle gare, escludendo gli "nc" e gli "sq" dal conteggio, ed in proporzione alle partecipazioni riscontrate in ogni categoria .

COMPITI DEL PRESIDENTE
Il Presidente si assume il compito di istituire un calendario, informarne i Soci coordinandone le iscrizioni, curare il sito web, gestire gli sponsor.Durante la manifestazione, il Presidente mantiene i contatti con Direttore di gara, Giudice Unico, Cronometristi, Commissari di percorso e Organizzatore, effettua le premiazioni in base alle graduatorie delle quali non è l'estensore. Il Presidente pertanto non è responsabile, né potrebbe esserlo, del buon esito delle manifestazioni regolate e dirette da personale qualificato ed abilitato, che agisce in piena autonomia e quindi non assoggettabile al volere del Presidente, né risponde d'eventuali insoddisfazioni relative ai premi di fine campionato messi in palio dagli sponsor.

Il Presidente, sentito il parere dei Consiglieri, potrà variare il presente Regolamento qualora intervengano durante l’anno situazioni impreviste.

Il Presidente del "Driver's"e del "Golf GTI Racing Club"
(Luciano Panisi)


print